DIGITALE TERRESTRE, IN ATTESA DEL DVB-T2 ARRIVANO NUOVI CANALI TV IN HD: LE NOVITÀ

Mentre resta ancora disponibile il decoder DVB-T2 gratuito del MISE, il digitale terrestre si mette alle spalle un’altra settimana di grandi novità dal fronte del bouquet italiano. Segnaliamo infatti l’aggiunta di alcuni nuovi canali in HD e non.

Per quanto concerne le modifiche a livello nazionale, nel Mux 1 Persidera è stata inserita Italia 150, alla numerazione 150 in definizione MPEG-4. Si tratta fondamentalmente di un duplicato di Casa Italia 53, che viene trasmesso all’LCN 53 e 141.

Nel Mux DFree, invece, è stata aggiunta l’emittente Cusano News 7, che è trasmessa in alta definizione alla risoluzione 1920×1080 pixel, e trasmette anche all’LCN 264 sotto il nome Cusano Italia TV.

A livello locale, invece, nel Piemonte nel mux Locale 1 l’emittente Rete 7 (presente all’LCN 13) è passata finalmente all’alta definizione e viene veicolata nella risoluzione 1920×1080 pixel.

Le novità seguono quelle della scorsa settimana: su queste pagine abbiamo riportato la notizia relativa alla sostituzione di alcuni canali TV su digitale terrestre, che avevano lasciato la piattaforma. Il consiglio è sempre il solito: attivare la sintonizzazione automatica per avere sempre a disposizione le ultime novità, in modo tale da trovarvi sempre di fronte alla numerazione e ad un bouquet aggiornato e pronto all’utilizzo. Ricordiamo che il DVB-T2 sarà attivato a livello nazionale nel 2023.

Che cos’è il Bonus TV? La guida per attivare il bonus TV e Decoder

Il Governo Italiano predispone un nuovo Bonus TV e completa quindi il pacchetto di incentivi. Si tratta appunto di un insieme di incentivi economici nati per facilitare il passaggio (obbligatorio) al nuovo Digitale Terrestre. Quali sono stati gli incentivi per la TV e, soprattutto, quali sono ancora quelli attivi? E come si ottengono?

 

Bonus TV: quali sono gli incentivi? 

Il Bonus TV viene definitivamente approvato per la prima volta nel 2018 con la legge di Bilancio 2018 e reso disponibile a partire da dicembre 2019. Questo sistema di incentivi nasce dalla volontà delle istituzioni europee di migliorare la qualità di trasmissione e risoluzione delle emittenti televisive. Perciò, la comunità europea ha obbligato gli operatori TV a cedere la banda larga da 700 MHz agli operatori di telefonia mobile e ad utilizzare tecnologie più avanzate. A tal proposito, per poter continuare a vedere la TV con alta qualità di risoluzione e trasmissione, è necessario adeguarsi e adottare nuove sistemi. A questo servono quindi i bonus resi disponibili dal governo italiano.

Quali sono stati e quali sono ancora, più precisamente, i bonus a disposizione?

  • Bonus tv-decoder: attivo dal 18 dicembre 2019 e rimarrà attivo fino alla fine del 2022. Questo bonus è destinato all’acquisto di televisioni di generazione più avanzata e compatibili con gli standard DVT-B2. Il bonus ammonta a 30€ ed è rivolto a tutti i nuclei familiari con ISEE fino a 20mila €. Inoltre, il bonus è individuale a famiglia: ciò significa che ogni nucleo familiare avrà a disposizione e potrà richiedere un solo bonus.

  • Bonus rottamazione TV: attivo dal 23 agosto 2021 a fine 2022 ed è concesso al fine dell’acquisto di una nuova TV a fronte della rottamazione del vecchio televisore per obsolescenza. Il televisore è considerato obsoleto solo se acquistato prima del 22 dicembre 2018. Può accedere a questo bonus coloro che pagano il canone Rai tramite bolletta elettrica o modello F24 e tutti gli over 75 (da dicembre 2020) residenti in Italia ed esenti appunto dal pagamento del canone (secondo l’articolo 1 della legge n.244 del 2007). Il bonus consiste in uno sconto applicato direttamente dal venditore sul prezzo di listino del televisore per un importo pari al 20% (in un importo massimo di 100€).

  • Bonus decoder “ a casa”: l’ultimo incentivo del Bonus TV è appunto questo, accessibile solo a tutti i cittadini di età pari o superiore ai 70 anni, con pensione fino a 20mila € annui. Con “a casa” si fa riferimento appunto alla possibilità di ricevere il decoder direttamente a domicilio. Questo bonus viene applicato a tutti i dispositivi decoder compatibili con la tecnologia Dvb-T2/Hevc che non superino i 30€ di prezzo di listino.

I primi due bonus (Bonus tv-decoder e rottamazione tv) sono cumulabili ma solo per chi rispetta tutti i requisiti. Il bonus decoder “a casa” non è cumulabile con il primo (bonus tv decoder) ma lo è invece con il secondo (bonus rottamazione tv).

Come richiedere il bonus TV? 

La procedura per accedere ai seguenti bonus è facile e lineare, non ti ruberà troppo tempo.

  • Per attivare il bonus tv-decoder, tutto quello che devi fare è scaricare il seguente modulo, compilarlo con i tuoi dati e presentarlo al rivenditore autorizzato. Quest’ultimo avrà modo di accedere al servizio telematico dell’Agenzia delle entrate per comunicare appunto l’acquisto del prodotto, il suo relativo prezzo e i dati di chi lo acquista. In questo passaggio, l’Agenzia fa sapere al rivenditore se è possibile o no applicare lo sconto del bonus. In caso positivo, il venditore applicherà lo sconto sul prodotto e recupera l’importo come credito di imposta.

  • Per l’attivazione del bonus rottamazione tv , prima di procedere con la rottamazione, bisogna anche in questo caso scaricare e compilare il modulo. Solo dopo è possibile effettuare la rottamazione della propria TV presso i negozi dei rivenditori aderenti all’iniziativa.

  • Infine, per l’attivazione del bonus decoder “a casa” è possibile: chiamare al numero 800 776 883 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18; recarsi al più vicino ufficio postale; accedere al seguente sito e aggiungere i propri dati per attivare il bonus.

Tutti i seguenti incentivi non possono essere attivati da tutti i titolari di canone speciale (servizi pubblici, alberghi, etc).

Altri dettagli in merito al Bonus Tv

Cosa posso acquistare? 

Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) vi è una lista apposita in cui è si può controllare cosa è possibile acquistare. Perciò, se hai bisogno di una tv o di un decoder in particolare, ti consigliamo di controllare la lista dei prodotti idonei.

Dove è possibile acquistare? 

È possibile acquistare una tv o decoder sia presso un rivenditore autorizzato, sia online. In quest’ultimo caso, è necessario informarsi sui rivenditori che aderiscono all’iniziativa e, successivamente, presentare il modulo compilato.

Fonte: https://internet-casa.com/news/bonus-tv-2022-guida/

Sky e stop al digitale terrestre: le novità di luglio 2022

Se vi state ancora domandando perché non si riescono a vedere i canali Sky sul digitale terrestre, il motivo è molto semplice: è stato eliminato da Sky dal mese di aprile 2022 ed è stato ufficialmente rimpiazzato dal nuovo decoder Sky Q, compatibile con il nuovo standard TV. Ecco quali sono le offerte che si possono attivare nel mese di luglio 2022.

Dopo lo stop di Sky al digitale terrestre, i clienti che vogliono restare in Sky hanno la possibilità di sottoscrivere un abbonamento con il decoder Sky Q, che potrà essere attivato nella versione via Internet, oppure in quella via satellite (che prevede l’installazione di una parabola).

La cessazione dell’offerta è avvenuta in automatico, senza alcun addebito per i già clienti Sky, i quali potranno continuare a vedere i contenuti Sky aderendo all’offerta Sky Q. Sarà prevista per loro un’offerta dedicata, senza costi di attivazione, con la quale si potranno vedere i contenuti di Sky e il pacchetto Sky che si preferisce, come per esempio Sky Calcio e Sky Sport, in versione HD.

Per aderire a questa promozione, sarà sufficiente chiamare il numero verde Sky 800 922 305. Nelle prossime righe illustreremo il funzionamento di Sky Q e quali sono i pacchetti Sky che si possono attivare a luglio 2022. Se nel frattempo fossi interessato a conoscere le promozioni Sky TV del momento, clicca sul link che trovi qui sotto.

 

DIGITALE TERRESTRE: SOSTITUITI ALCUNI CANALI TV, MENTRE ALTRI LASCIANO LA PIATTAFORMA

Nuova settimana, e come sempre siamo qui a fare il punto sulle novità in arrivo sulla piattaforma digitale terrestre nel corso della settimana che si sta per concludere. Una settimana ricca di modifiche, caratterizzata dalle polemiche relative al digitale terrestre in alcune zone del nostro paese.

Partendo dalle modifiche a livello locale, segnaliamo che in Valle D’Aosta nel Mux Locale 1 sono terminate le trasmissioni dell’emittente TV Valee che occupava l’LCN 13 sul bouquet.

In Lombardia, invece, nel Mux Locale 2 è stato inserito il canale Giocabet TV al posto di NBC Milano. Sempre in Lombardia, segnaliamo alcune modifiche di contorno per primaNews Lombardia, Genius 240 e 269 Italia.

Sono davvero tante invece le novità riguardanti il Mux Locale 4 in Sicilia, dove il canale TreMedia è tornato in alta definizione, ed è stato inserito anche TeleAnna.

In Abruzzo e Molise invece nel Mux Locale 1 è stata inserita l’emittente Odeon 24, che viene trasmesso all’LCN 86 in definizione standard MPEG-4 H.264.

Nel corso degli scorsi giorni abbiamo anche riportato su queste pagine l’appello di Confindustria che ha chiesto nuovi bonus TV al Governo per favorire il passaggio al DVB-T2 da parte delle famiglie meno abbienti e che ancora non si sono dotate delle nuove apparecchiature in grado di supportare il nuovo standard.